L’uragano

L’uragano

Dieci contadini furono sorpresi da un improvviso uragano mentre stavano recandosi nel campo, i fulmini, la grandine il vento facevano davvero paura, così decisero di rifugiarsi in un vecchio tempio in rovina.

La tempesta era davvero violenta, uno dei contadini preso dalla paura disse:

“Qui in mezzo a noi ci deve essere sicuramente un peccatore, che va allontanato prima che la tempesta ci annienti tutti.”
“Dobbiamo scoprire il colpevole!” suggerì uno.
“Appendiamo i nostri cappelli fuori dalla porta,” disse un altro “quello di noi a cui appartiene il primo cappello che verrà portato via dal vento, sarà il peccatore e lo abbandoneremo al suo destino.”

“Solo così ci potremo salvare!” continuò a dire un altro.

Così convinti, misero fuori a gran fatica i cappelli, il vento ne ghermì uno immediatamente.
Senza alcuna pietà i contadini spinsero fuori dalla porta il padrone del cappello.

Il poveretto, piegato in due per resistere al vento, si allontanò nella tempesta.

Aveva fatto pochi metri, che sentì un forte boato: un fulmine spaventoso si era abbattuto sul tempio e lo aveva polverizzato con tutti i suoi occupanti.

Brano senza Autore, tratto dal Web
Posted in Brani senza Autore, Racconti, Racconti con Morale, Storie con Morale, Un Racconto al Giorno and tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , .