Il bambino da solo in stazione

Il bambino da solo in stazione

Nel grande atrio della stazione, piena di gente che andava e veniva, improvvisamente, un bambino scoppiò in un pianto disperato!
Nessuno resiste al pianto di un bambino e molta gente si fermò e gli si avvicinò per consolarlo ed aiutarlo.
“Che cos’hai bimbo?” chiesero alcuni, “Ti possiamo aiutare?

Che cosa ti è capitato?”

Il bambino non ascoltava le domande.
E, più la gente cercava di aiutarlo, più lui piangeva!
Finalmente gli si avvicinò un poliziotto.

Si chinò e prese il bambino in braccio!

“Bene giovanotto!” disse il poliziotto con bontà, “Non mi vuoi dire cosa c’è?
Perché stai piangendo?
Hai perso la mamma?”
Per un momento il bimbo trattenne il respiro.

Poi gridò con tutto il fiato che aveva:

“No! Io non ho perso la mamma!
È la mamma, che ha perso me!”

Brano senza Autore
Posted in Brani senza Autore, Racconti, Racconti con Morale, Storie con Morale, Un Racconto al Giorno and tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , .